Carla Barzanò, dietista, giornalista e cuoca

carla
Dietista, giornalista pubblicista, cuoca, esperta in educazione alimentare e dietetica ayurvedica, lavoro da molti anni in strutture pubbliche e private dove mi occupo di programmazione e conduzione di percorsi di prevenzione per approfondire il rapporto tra cibo e benessere. Conduco laboratori di cucina e di educazione al gusto per adulti e bambini di ogni fascia di età. Sono autrice di numerosi libri fra cui Yoga e alimentazione (con G.Cella, Fabbri 2007) , Mangiare Vegetariano (Tecniche Nuove 2011) Yoga e dieta (Tecniche Nuove 2012), Acqua e benessere(Tecniche nuove 2014).

Il metodo
Percorsi personalizzati, rinnovati giorno dopo giorno

Il cibo è una parte fondamentale dell’identità e solo la ricerca e l’esperienza individuale possono aiutare a mettere in atto cambiamenti stabili del menu di ogni giorno. Non utilizzo quindi menu e diete standardizzate per formulare, invece, insieme alle mie interlocutrici, percorsi personalizzati, fondati sull’osservazione, sull’ascolto, sullo scambio, sul profondo rispetto della personalità e delle esigenze personali che cambiano secondo la situazione psichica, emotiva e fisica, lo stato di salute e l’età.

Sono convinta, infatti, che non esiste “la dieta”ottimale e valida per tutte,  ma uno stile  alimentare da costruire in sintonia con se stesse e con l’ambiente in cui si vive, tenendo presenti anche le possibilità pratiche della vita di ogni giorno, il luogo dove si consuma il pasto di lavoro, la composizione e le abitudini del nucleo famigliare.

Valorizzare il benessere senza aderire a cliché preconfezionati
Uno dei mie obiettivi prioritari è aiutare le donne, a qualsiasi età, a trovare una forma fisica  che corrisponde a un benessere interiore, prima che esteriore, e valorizza le potenzialità personali senza imporsi violenze e coercizioni derivate da modelli esterni. Così, i percorsi alimentari costruiti con le mie interlocutrici sono basati sull’auto-osservazione e sulla comprensione dei sottili meccanismi che regolano il comportamento alimentare, per rafforzare la fiducia in se stesse e nelle capacità di cura.

Gusto e piacere di mangiare in primo piano
Il piacere di mangiare, di cucinare, di condividere i pasti restano alla base di ogni
percorso, perché rappresentano la linfa vitale del nostro rapporto con il cibo e ne sostengono l’equilibrio. Nessuna dieta fa davvero bene se non è gradita a fondo. Per questo motivo, i percorsi alimentari tengono in grande considerazione le ricette e la trasformazione degli alimenti in modo da renderli il più possibile piacevoli e promuovono la convivialità , perché il cambiamento di dieta non diventi ragione di isolamento sociale.

Ricette semplici, pratiche e gustose anche per chi preferisce non trascorrere molto tempo in cucina
Cucinare bene non è necessariamente connesso al tempo, ma soprattutto all’atteggiamento mentale, alla disponibilità, all’apertura verso il nuovo. I percorsi che propongo rispettano le esigenze di chi preferisce stare poco tempo in cucina e cercano soluzioni ottimali, senza rinunciare alla magia della trasformazione del cibo, che fa parte da sempre del patrimonio femminile.

Rispetto dell’ambiente e cibi di qualità
Cibi prodotti nel rispetto dell’ambiente e delle risorse umane,  migliorano le condizioni del mondo che ci circonda e contribuiscono in modo determinante al benessere e alla salute. Inquinamento, stress degli animali e della terra, sfruttamento delle popolazioni in via di sviluppo hanno, infatti, una ricaduta negativa sul nostro equilibrio. Per questo l’attenzione alla qualità è uno dei cardini del rinnovamento alimentare.

Dietetica convenzionale, ayurveda e kinesiologia
Accanto alla base scientifica derivata dal mio percorso formativo, utilizzo la dietetica ayurvedica, che aiuta a personalizzare il menu in relazione alla costituzione individuale e la Kinesiologia ,utile per approfondire gli aspetti che riguardano lo stato di nutrizione e le intolleranze alimentari.

L’ attività
Mi interesso, in particolare, di percorsi alimentari individuali e di gruppo volti a migliorare il benessere senza trascurare l’equilibrio dell’ambiente, le tradizioni culturali e il rispetto delle condizioni sociali legate alla produzione e alla trasformazione del cibo. Mi occupo, inoltre, della progettazione, del coordianamento e della verifica di percorsi di educazione alimentare interattivi rivolti alla collettività, con particolare riferimento alle famiglie,   agli educatori e al personale medico e paramedico delle strutture sanitarie.

Percorsi individuali 

  • Valutazione dello stato di nutrizione, idratazione, intolleranze, in collaborazione con il medico di riferimento; osservazione delle abitudini alimentari esistenti in relazione al lavoro, alle abitudini personali e famigliari, al momento psico-fisico.
  •  Supporto personalizzato per l’elaborazione di un percorso alimentare che favorisce un rinnovamento delle abitudini e si concilia con lo stile di vita personale, il carattere, le preferenze.
  • Counseling  periodico a distanza, via internet, con revisione del menu in rapporto alla stagione e ai mutamenti subentrati. Messa a fuoco di nuove ricette.
  • Gravidanza, allattamento, svezzamento.
  • Squilibri del peso.
  • Mantenimento equilibrio acido base.
  • Menu vegani e vegetariani (anche per gravidanza, allattamento, svezzamento).
  • Ipertensione.
  • Intolleranze alimentari: glutine, uova, latticini, altro…
  • Celiachia.
  • Diabete, ipercolesterolemia e dislipidemie.
  • Colite e colon irritabile, stipsi.
  • Ansia, stress e squilibri del comportamento alimentare.
  • Menu leggero depurativo periodico.

Percorsi di gruppo

  • Incontri a tema, definiti di volta in volta, anche in relazione alla stagione, spesso in collaborazione con altre specialiste.
  • Scambio di ricette e confronto sulle abitudini alimentari
  • Laboratori di cucina e di assaggio.

Dove trovarmi

barzano@gmx.de; cbarzano@libero.it

Leggi di più

Laureata in dietistica, ho sviluppato la mia prima esperienza professionale  fra il 1981 e il 1984, in qualità di dietista di ruolo, presso l’Unità Operativa di Alimentazione del Policlinico S. Matteo Pavia, dove mi sono occupata dell’organizzazione del servizio di dietoterapia e di ristorazione.
Ho poi preferito lasciare il posto di lavoro fisso a favore dell’attività libero professionale per seguire la prevenzione sul territorio.
Nel 1984 ho contribuito a fondare il centro di terapie integrate Pentagramma di Pavia, con Fiorenza Zanchi e Pierluisa Robecchi, con l’obiettivo di creare un punto di riferimento per la prevenzione e il benessere dedicato alle donne. In questa sede mi occupo di dietetica in sinergia con le altre specialiste.
Dal 1982 al 1986 ho seguito il corso di specializzazione in Medicina Psicosomatica presso l’istituto Riza Psicosomatica di Milano.
Dal 1987 al 1992 ho svolto funzione di docente di Scienza dell’Alimentazione e Igiene presso le scuole di formazione professionale della Regione Lombardia rivolte agli addetti alla ristorazione collettiva, occupandomi, in particolare, di realizzare percorsi integrati di cucina dietetica. Nel 1987, per migliorare le mie competenze culinarie, ho conseguito il diploma presso la scuola alberghiera di S.Pellegrino Terme (Bg).
Nel 1997, trasferita in Germania per motivi famigliari, ho avuto un incarico come docente d’Educazione Alimentare e Cultura del Cibo presso l’Accademia della Salute e del Lavoro Sociale di Berlino, struttura specializzata nella formazione del personale sanitario.
In questa sede ho coordinato per tre anni i corsi di specializzazione dedicati alle dietiste. Ho inoltre approfondito le mie conoscenze didattiche conseguendo una specializzazione in didattica dell’educazione sanitaria.
Iscritta all’ordine dei giornalisti come pubblicista, dal 1989 mi impegno per divulgare i temi legati all’educazione alimentare e al consumo consapevole collaborando con diverse riviste fra cui Slow, Cucina Naturale, Gardenia, Airone, Vera, Quale Consumo, Sale e Pepe, Marie Claire, Riza.
In questo ambito ho partecipato per alcuni anni alla redazione della rivista internazionale di Slow Food, movimento di cui stimo l’impegno per migliorare la sostenibilità e la qualità del cibo anche nei paesi in via di sviluppo.
Sono autrice e coautrice di libri rivolti sia agli adulti, sia ai bambini e ai ragazzi delle scuole dell’obbligo, con particolare riferimento all’educazione al gusto e alla tutela del benessere e del piacere di mangiare sano nell’alimentazione famigliare.

Fra le pubblicazioni: “Le ricette di Mago Filippo” (Longanesi-Coop, con Luisa Marconi), “Buono da…(Comune di Milano, con Luisa Marconi, ), “Alla scoperta del gusto” (Regione Lombardia, con autori vari), Gustiamo insieme frutta e verdura (Regione Lombardia, con autori vari) La salute in Armonia con le stagioni (Fabbri, con Gabriella Cella), La dieta mediterranea senza carne (Tecniche Nuove), La dieta primavera (Tecniche Nuove), In che senso? (Slow Food, con Michele Fossi), Mangiare vegetariano (Tecniche Nuove), Yoga e dieta (Tecniche Nuove), Acqua e benessere (Tecniche Nuove).

Ho svolto, inoltre, una ricerca nazionale sulle abitudini e lo stile alimentare delle famiglie italiane a tavola (“A tavola”! Coop 2001) e curato l’adattamento di un programma informatico di educazione alimentare per bambini e ragazzi (“Come  Mangi?” ed. Coop –AoK Berlino, 2001) per l’AOK di Berlino, istituzione assicurativa pubblica che si occupa della tutela della salute.

Dal 1990 sono consulente di istituzioni pubbliche e private, italiane ed estere, per la realizzazione di percorsi d’educazione alimentare rivolti a personale sanitario, docenti,  studenti-scolari-famiglie. In particolare ho collaborato alla progettazione, al coordinamento e alla formazione in progetti orientati alla valorizzazione degli aspetti quotidiani dell’alimentazione e dei suoi legami con la salute e con l’ambiente (spesa, cucina, consumo) in diverse province italiane e tedesche, attraverso la didattica dei laboratori sensoriali e di cucina.

Fra i progetti condotti  “Mangiare insieme” (2003-2006 Regione Emilia Romagna),  “La pasta è in tavola!” (2004-2007! Charitè Berlino-Barilla Italia ), “Più frutta più verdura!” (2004-2010 Comune di Milano).

Dal 2000 al 2013 ho collaborato con la società Ecos, ecologia della città,  di Berlino, occupandomi di progetti di educazione al consumo consapevole nell’ambito di più ampie attività su ambiente e salute.

Nel 2012- 2013, ho partecipato come formatrice a un percorso dedicato ai pediatri della Regione Veneto sviluppando gli aspetti dello sviluppo del gusto e delle sue relazioni con l’equilibrio alimentare in età pediatrica.

Fra i miei partner: Comune di Milano, Regione Lombardia, Regione Emilia Romagna, Regione Marche, Regione Liguria, Regione Toscana, Rai, Coop, Pellegrini,Cir,Onama, MilanoRistorazione, AOK Berlino, Senato di Berlino, Campus Universitario Charitè di Berlino, Humboldt Universität di Berlino, Istituto di Sicurezza Alimentare Università di Milano.

Dal 2013 sono procuratore della società  RESUS UG Resilience & Sustainability di Berlino, volta a sviluppare progetti di sostenibilità per la salute, il benessere e l’ambiente.