Gabriella Cella Al-Chamali, maestra di yoga

al
Mi sono avvicinata allo yoga  nei primi anni ’70. Da allora ho continuato ininterrottamente la mia ricerca interiore, recandomi ogni anno in India e frequentando i maggiori maestri viventi.

Nel tempo ho sviluppato una visione personale della disciplina. Infatti,  lo yoga non è cristallizzato in una forma rigida, ma è tuttora in divenire, perciò continua a essere attuale e a dare delle risposte a coloro che si interrogano sui quesiti più profondi dell’esistenza.

La mia visione integra diverse pratiche, dalle scuole antiche alle moderne, con una particolare attenzione al tantrismo, allo yoga kundalini ed alla sua forte carica simbolica. Le asana hanno dei nomi che non sono assolutamente casuali. I maestri del passato hanno inteso con ciò dare un messaggio profondo, che finora era stato spesso ignorato.

Ho  approfondito questo studio, attraverso l’ascolto interiore e la sperimentazione pratica, costruendo il nucleo del mio metodo, che ho chiamato Yoga Ratna, Il Gioiello, la Perla dello Yoga.

Il rigore e la perfezione dell’asana, l’armonia delle sequenze sono un’altro punto distintivo del mio insegnamento. L’ascolto del corpo è il punto di partenza, che conduce alla percezione dei chakra, i centri energetici posti idealmente lungo la colonna vertebrale,  fino alla ritrazione dei sensi, alla concentrazione e alla meditazione. Ho raccolto le tappe del mio percorso in diversi libri, scritti da sola o con altri autori. Continuo tuttora i corsi per allievi all’Istituto di Piacenza, o in incontri di maggiore respiro nella tranquillità del mio Ashram sulle colline Piacentine.

www.yogaratna.it